Françoise Dorléac, storia di una diva sfortunata

Françoise Dorléac (1942 -1967), sorella di Catherine Deneuve. (Google)

Capelli lisci e lucenti. Ovale del viso incorniciato da un’inconfondibile frangetta bionda. Françoise Dorléac era leggera e delicata. Figlia d’arte, sorella di una futura divina del cinema mondiale come Catherine Deneuve, era nata a Parigi nel 1942. Sarebbe diventata anche lei attrice.

Il suo anno di esordio è il 1964: prima L’uomo di Rio, di Philippe de Broca, poi La calda amante, regia di François Truffaut. Seguono la chiamata di Roman Polanski, che le fa interpretare Teresa in Cul de Sac (1966), e il duetto con la sorella Deneuve in Josephine (1967), di Jacques Demy.

La stella di Dorléac, però, non brillerà a lungo. L’estate del 1967 se la porterà via: un incidente d’auto a Nizza, improvviso e terribile. L’attrice è al volante della sua auto, ha paura di perdere l’aereo, spinge sull’acceleratore. Lo schianto è fatale: Françoise cerca di liberarsi dalle fiamme, invece morirà lì, in Costa Azzurra, dentro quella macchina maledetta. A 25 anni, giovane e raffinata, splendida promessa non mantenuta. Truffaut la ricorderà perfino in una scena del suo film più riuscito, Effetto notte (1973). «Il tempo lavora per lei», aveva profetizzato il Maestro. Niente di più sbagliato. Il destino della bionda Dorléac era un altro.

Annunci
Explore posts in the same categories: Stelle del Cinema

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “Françoise Dorléac, storia di una diva sfortunata”

  1. giampaolo Says:

    La vidi la prima volta in Cul De Sac,mi colpì subito per quella sua raffinata presenza ,la cercai in altri film,ricordava un pò la stupenda sorella ma Francoise aveva nello sguardo qualcosa in più ….Con rammarico seppi del suo triste destino,versatile ,interessante donna sulla quale elaborare storie insomma una attrice giusta che fa innamorare un regista.Forse erano tempi diversi,ora non mi interessano ne i film ne gli attori e le attrici del panorama contemporaneo,son convinto che senza dubbio c’è dell’ottimo ma il contorno ha svogliato e scorato il piacere di quell’arte.Attrici come Francoise e tante grandi torneranno di sicuro magari ben lontano dai luoghi del grande fratello o di stupidaggini simili.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: