Dina Sassoli, la prima Lucia cinematografica

Dina Sassoli (1920-2008) ha vestito i panni di Lucia Mondella nel film "I promessi sposi" (1941), di Mario Camerini. (Google)

Un fascino discreto, pulito. Lo sguardo luminoso che accompagnava una recitazione intensa e modi gentili. Lucia Mondella era proprio lei, Dina Sassoli. Selezionata tra centinaia di giovani bellezze italiane, era approdata prima alla casa di produzione Scalera Film. Poi sul set de I promessi sposi (1941), di Mario Camerini. Quel personaggio portò all’attrice romagnola fortuna e successo. Lei però preferiva non giocare a fare la diva. Come l’eroina di Manzoni, era coraggiosa e sincera. Pronta a combattere, se necessario.

Dina nasce a Rimini nel 1920. A 19 anni debutta in Papà Lebonnard, regia di Jean De Limur. Entra nel mondo dello spettacolo in punta di piedi. Sarà Camerini a lanciarla come nuova star dei telefoni bianchi. La prima, indimenticabile Lucia della storia del cinema. Al suo fianco ci sono i grandi dell’epoca, da Evi Maltagliati a Gino Cervi. Il passaporto per la celebrità non tarda ad arrivare: Sassoli recita per Ferdinando Maria Poggioli, nel drammatico La morte civile (1942), e Alessandro Blasetti, in Nessuno torna indietro (1943).

Sul set l’attrice è serena e impeccabile. Nella vita privata, invece, si misura con due amori infelici. Il primo, per un giovane giornalista antifascista. Il secondo, per il collega Massimo Serato, futuro partner di Anna Magnani. Dina esce delusa da queste relazioni. Eppure il lavoro non manca: Camerini la dirige ancora, in Due lettere anonime (1945). Poi è la volta della commedia musicale Signorinella (1949), di Mario Mattoli.

Arrivano gli anni Cinquanta, difficili da gestire per le attrici che tanto successo avevano riscosso nel decennio precedente. Sassoli dirada le apparizioni sul grande schermo, si dedica con maggiore impegno al teatro e alla televisione. Tornerà al cinema soltanto in poche occasioni. Ruoli minori, in film di ottimo livello. Su tutti, L’Agnese va a morire (1976), di Giuliano Montaldo, e Voltati Eugenio (1980), di Luigi Comencini.

Muore a Roma nel marzo 2008. La sua Lucia resterà nella leggenda ancora per molto tempo.

Annunci
Explore posts in the same categories: Stelle del Cinema

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: