Posted tagged ‘Carlo Lizzani’

Quando Anna Maria Ferrero disse basta. E scelse l’amore

gennaio 4, 2010

Anna Maria Ferrero, oggi 75 anni. L'attrice si è ritirata dalle scene dopo il matrimonio con il collega francese Jean Sorel. (Google)

Per diventare famosa scelse il nome d’arte di Anna Maria Ferrero, in onore del padrino Willy, direttore d’orchestra. Pochi conoscono il suo vero cognome, Guerra. Molti la ricordano protagonista di decine di film a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Minuta e aggraziata, lontana anni luce dallo stereotipo della diva maggiorata, Anna Maria si afferma a partire da Domani è un altro giorno (1950) di Leonide Moguy. Seguono l’ottima interpretazione in Le due verità (1951) di Antonio Leonviola e la partecipazione a I vinti (1952) di Michelangelo Antonioni. Ferrero è convincente, padrona di una varietà di registri espressivi che la fanno ben presto apprezzare da pubblico e critica.

Mario Monicelli la chiama per uno spassoso duetto con Totò in Totò e Carolina (1955), Carlo Lizzani la consacra con Cronache di poveri amanti (1954), premiato al Festival di Cannes. Anna Maria tenta così il grande salto: il teatro, quello vero, con Vittorio Gassman come partner. L’esperimento riesce, l’unione sentimentale con il collega dura sette anni. Poi torna il cinema. Ed un nuovo amore. Sul set di L’oro di Roma (1961), ancora di Lizzani, Ferrero conosce la star francese Jean Sorel. Si sposeranno di lì a poco, e lei sceglierà di abbandonare il mondo dello spettacolo.

Nei tanti anni di lontananza dalle scene gli addetti ai lavori l’hanno cercata a più riprese. Ettore Scola, nel 1985, le offrì un ruolo in Maccheroni, con Marcello Mastroianni e Jack Lemmon. Fu una tentazione, ma alla fine Anna Maria preferì rifiutare quella proposta. La famiglia prima di tutto.