Posted tagged ‘melodramma’

Yvonne delle lacrime, regina del melodramma

dicembre 27, 2009

Yvonne Sanson (1926-2003). Nata in Grecia, ha trovato nell'Italia la sua patria cinematrografica. (Google)

La moglie che si finge adultera pur di salvare il marito, la madre negata, la monaca sofferente. La donna alla ricerca di riscatto. Yvonne Sanson per il cinema italiano è stata tutto questo. Regina indiscussa di una serie di melodrammi a tinte fosche che appassionarono le platee negli anni Cinquanta.

Nata a Salonicco nel 1926, fascino corvino e forme giunoniche, si trasferisce a Roma e viene notata da Alberto Lattuada, che la vuole come partner di Aldo Fabrizi ne Il Delitto di Giovanni Episcopo (1947). La fortuna di Sanson è però legata al sodalizio professionale con il regista Raffaello Matarazzo e l’attore Amedeo Nazzari.

Inizia la stagione d’oro del cinema strappalacrime. Storie popolari di grande impatto, passioni turbolente, amori osteggiati. Catene è il film più visto della stagione 1949-1950. Seguono Tormento, I figli di nessuno, Wanda la peccatrice e altri ancora. Trentasette milioni di spettatori, un risultato clamoroso. Yvonne Sanson è la diva più amata d’Italia. Più della Loren, più della Pampanini, più della Lollobrigida. La critica non è però tenera verso gli interpreti del filone mèlo: bocciature sonore e recensioni al vetriolo.

La riabilitazione del genere arriva negli anni Settanta, quando la stella di Yvonne ha già smesso di brillare. L’ultimo ruolo di rilievo glielo offre Bernardo Bertolucci nel film Il conformista (1970), dove è la mamma di Stefania Sandrelli. Poi l’oblio.

Un aneurisma la uccide nel 2003, a Bologna. Al suo fianco, gli amici più stretti e la figlia Gianna. Se Sanson avesse continuato a recitare, Pedro Almòdovar ne avrebbe fatto un’icona. Garantito.

Annunci