Posted tagged ‘principessa’

Romy Schneider, Sissi per sempre

marzo 9, 2010

Romy Schneider (1938-1982) nei panni della principessa Sissi.

Sarebbe stata addirittura spiata dalla Stasi, la polizia comunista della Germania dell’Est. La motivazione? Presunto sostegno ad un movimento di opposizione. Un colpo di scena che non scalfisce il mito di Romy Schneider. La diva più popolare d’Austria, la musa di Luchino Visconti, di Claude Sautet, di Orson Welles. L’immortale principessa Sissi.

Romy, vero nome Rosemarie Magdalena Albach, nata a Vienna nel 1938, aveva interpretato  per tre volte sul grande schermo, tra il 1955 e il 1957, Elisabetta di Baviera. Un successo clamoroso in tutto il mondo. Secondo molti critici, si trattò del primo fenomeno di immedesimazione collettiva.

Schneider è perfetta. Bellezza di porcellana, elegante senza superbia, lunghi capelli rossi. Un solo amore di celluloide: l’imperatore Francesco Giuseppe. Nella vita, Romy non avrà altrettanta fortuna. Conosce Alain Delon e se ne innamora. Ma la storia ha vita breve: nel 1964 le strade dei due divi si separano.

Le sirene di Hollywood riescono a lenire il dolore e l’eco (per ora lontana) del male di vivere. Schneider si sposa ancora. Due matrimoni per ritrovare la felicità. Che, però, non arriva. L’attrice è disperata: cerca conforto nell’alcool e finisce per affogare nella depressione. Gli anni Settanta pesano come un macigno sul suo meraviglioso corpo . Nel 1981, la tragedia: muore il figlio 14enne David. Romy lo segue un anno dopo.

Viene trovata senza vita in un appartamento di Parigi, è il maggio del 1982. I referti medici parlano di arresto cardiaco, ma non si esclude il suicidio. Romy Schneider ha solo 44 anni. Il giorno del funerale, Alain Delon lascia sulla sua bara un biglietto: «Non sei mai stata così bella». Lei avrebbe sorriso. Luminosa e pudica, ancora principessa. Per l’ultima volta.

Annunci

Grace, Soraya e le altre, principesse sul set

dicembre 31, 2009

Grace Kelly (1929-1982). Attrice americana, è stata la moglie del principe Ranieri III di Monaco. (Google)

In principio fu Grace Kelly. Irraggiungibile diva americana, superba vincitrice di un Oscar. Bionda come tante, elegante come poche. Una carriera di attrice avviata negli Usa, poi sulla sua testa si posa una corona. Si interrompe una fiaba e ne inizia un’altra. Nel Principato di Monaco.

Tutto inizia nel 1955. Grace e il principe Ranieri III si conoscono sul set di Caccia al Ladro di Alfred Hitchcock. Lei ha già recitato con Gary Cooper, Clark Gable e Ava Gardner. Lui, lo scapolo d’oro, cerca una moglie e la futura madre dei suoi figli. È il 1956: Kelly diventa Sua Altezza Serenissima e dice addio al cinema. Il matrimonio porta tre figli. E una tragedia: nel 1982, Grace muore in un incidente stradale. Dimenticarla è impossibile. Omaggi, canzoni e ritratti. Nicole Kidman in The Others (2001) si ispira a lei, nel look e nell’interpretazione.

Soraya Esfandiari Bakthiyari (1932-2001), ultima imperatrice di Persia. (Google)

Principessa era anche Soraya Esfandiari Bakhtiyari. Anzi, imperatrice consorte dello Shāh di Persia Mohammad Reza Pahlavi. Lui la ripudierà pubblicamente nel 1958: quella donna non avrebbe potuto dargli un erede. Soraya, occhi di giada incorniciati da un’inafferrabile malinconia, tenta la strada del cinema. È protagonista dell’episodio Il provino, nel film collettivo I tre volti (1964). Durante le riprese si imbatte nel regista Franco Indovina e se ne innamora. Ma anche questa storia si chiude male: Indovina perde la vita in un incidente aereo, la principessa è sola. Ancora una volta. Morirà nel 2001 a 69 anni, in Francia.

Vive la sua stagione d’oro nel cinema italiano degli anni Settanta Ira von Fürstenberg. Nelle sue vene scorrono il sangue del principe Tassilo e di Chiara Agnelli.

L'attrice francese Clotilde Courau, 40 anni, ha sposato nel 2003 il principe Emanuele Filiberto di Savoia. (Google)

Un sogno su tutti: essere una brava attrice. Troverà il ruolo migliore in Capriccio all’italiana (1968) di Mario Bolognini, dove interpreta la moglie di Walter Chiari.

L’ultima principessa a frequentare i set cinematografici è Clotilde Courau, moglie di Emanuele Filiberto di Savoia. Attrice di sfumature, a suo agio nelle commedie e nei drammi, è considerata una delle migliori interpreti francesi contemporanee. Nel film La Vie en Rose (2007) è la madre di Edith Piaf (Marion Cotillard).